Chi siamo

Era il lontano 2014. Primavera alle porte, sbocciavan le rose e i capelli ricrescevano. Mi trovavo a Milano per un ciclo di tomoterapia ed ecco che mi casca l’occhio su un annuncio tutto milanese “Cerchiamo donne operate al seno da allenare per partecipare alla Maratona di New York
Sogno giusto quei nanosecondi “Come sarebbe bel…” ma so che per me sarebbe impossibile, a fine terapia tornerò a casa, a Sassari.

Il 6 giugno 2014 finisco e torno in terra sarda, ma quell’idea di uno sport da proporre a chi è stato paziente oncologico continuava a ronzarmi in testa.
Vado da Rita, Rita Falconi è un’istituzione.
Solo chi l’ha avuta come istruttrice di nuoto sa di che parlo. Non è solo brava, è appassionata e appassionante e ha la battuta sempre pronta.
Insomma oltre a imparare a nuotare per bene, con lei riesci a ridere in acqua senza affogare. Bisogna essere abili.

Per farvela breve: parlo a Rita di questa possibile idea da realizzare. In acqua ovviamente.
E guarda caso l’acqua è l’habitat giusto per chi ha affrontato di recente una mastectomia (ad esempio) e deve ri-allenare le braccia, e riadattare i movimenti.
Rita mica è stata a sentire e basta.

Dopo poco tempo lei e Isa, la sorella che anche lei è un’istituzione, cioè loro assieme sono un tornado di energia, ma non usciteci perché ogni due secondi si fermano a salutare qualcuno, non sono per niente socievoli le ragazze.
Insomma, mi dicono che sono pronte ad affrontare questa avventura.
Davanti a un bibitone di ananas e zenzero gettiamo le basi e dopo qualche tempo prepariamo due pagine di progetto da proporre alla Uisp.

Così strutturiamo sempre di più, avevamo anche il logo!

logoBozzaWeb

Questo disegno l’avevo fatto così di getto durante il mio soggiorno a Milano. Sapevo che un giorno quel bozzetto sarebbe diventato qualcosa di più.
Parlando del progetto ad altre amiche, si sono unite a fondare il progetto (Vittoria, Liliana e Silvia)

Così nel gennaio 2015, l’Associazione Le AmazzoniAttive, ha preso il via.
È un’Associazione Sportiva aperta a tutti ma rivolta soprattutto ai pazienti oncologici.
Perché? So cosa vuol dire frequentare la piscina con la testa calva (sì ok, risparmiavo gettoni per il phon) e un po’ di vergogna c’era, lo ammetto. Affrontare invece un gruppo dove sai che ci possono essere o no persone nella tua stessa situazione e quindi non devi dare nessuna spiegazione neanche per rispondere agli sguardi, beh è un’altra cosa.
Al tempo stesso però, essendo aperta a tutti, non c’è il rischio di formare un gruppo isolato.

Qualcosa c’è a unirci: la passione per la vita e per lo sport!

L’associazione si è così costituita:

Paola Mussinano – Presidente
Isabella Falconi – Segretaria
Rita Falconi – Consigliere

Scarica il nostro StatutoAmazzoniAttive

Scarica i moduli per iscriverti all’Associazione
Moduli Adulto
Moduli minorenne

FacebookTwitterGoogle+LinkedInCondividi